Logo Loading

Enter your keyword

Brandis

  • Animale

    Orso

  • Colori

    Rosso e Nero

  • Motto

    Senza Meta
    Nessuna Speranza

Rossa sarà l’alba che ci sorprenderà a combattere, rossa sarà l’alba per il sangue versato, rossi saranno i nostri vessilli issati sulle fortezze nemiche.

Icaria Brandis

Fedele al principio che è la forza militare ciò che può mantenere l’ordine naturale, la Casata Brandis accoglie compagnie di ventura, stregoni da battaglia, liberi combattenti, mercenari di ogni tipo, fabbri, alchimisti e chiunque abbia le capacità per rendersi utile alla causa.

Un vero Orso sa che le battaglie si susseguono, ma la gloria rimane. Ogni mossa viene valutata, e ci si assicura l’obiettivo con la migliore strategia, valutando tra velocità o forza, segretezza o imponenza, coraggio o follia.

Brandis è l’incarnazione della furia, della forza, del clangore delle armi e del mormorio di incantesimi distruttivi, dell’ingegno al servizio del conflitto e della rabbia tramutata in lucida determinazione o scatenata in inarrestabile impeto, in una parola: della guerra.

Tra le fila dell’Orso ognuno viene trattato in base alle proprie capacità, addestrando il giovane, spronando il lento, premiando il valoroso e consacrando l’eroe. Tutti lavorano per combattere meglio, o forse combattono bene per lavorare il meno possibile. Quel che è chiaro, è che non basta maneggiare un’arma per vincere una battaglia: bisogna divenirne una.

Con l’Eco del Fondamento di Brandis, nei vari piani di esistenza giungerà un anno di conquiste, in cui è la supremazia delle armi a decidere chi sarà il giusto a regnare.

INFO

La Casata dell’Orso fa sua la legge del più forte verso tutti i propri nemici, dimostrando all’interno del campo un cameratismo unico: se desideri giocare un Personaggio che ami l’arte della guerra in ogni sua forma, non importa il tuo passato o la tua estrazione sociale, porre la tua spada al servizio di Brandis fa di te un Orso, e quindi un fratello di sangue per tutti.

La Casata ha più volte dimostrato di essere una perfetta amalgama distruttiva di mercenari, soldati, incantatori, così come anche di studiosi, tagliagole e farabutti, che uniti hanno saputo trionfare nonostante le avversità. L’atmosfera a Brandis riesce a essere festosa nei momenti di stanca, tramutandosi in un attimo in una furia violenta che sorprende tutti. L’atmosfera di questo campo della guerra è perfetta.

Se ti piace un campo eterogeneo e dedito al combattimento, Brandis è la tua nuova casa: ogni bottino è una festa, ogni rancio un banchetto e ogni battaglia l’occasione per entrare nella leggenda.

IN GAME

Fedele al principio che è la forza militare ciò che può mantenere l’ordine naturale, il Guardiano nomina come suoi Araldi due donne dal temperamento “focoso”: Lucilla Maximiana e Caterina Vexant. Durante la prima Battaglia per Vilegis, sono molte le personalità forti che militano sotto le insegne di Brandis ed un subdolo Soldraconis ne approfitta per strappargli il titolo di Custode nella lotta al Nexus durante l’ultima, fatidica, battaglia.
Ad Echi di Guerra gli Orsi stentano a dar filo da torcere nella lotta per la Sferografia… ma non tutti sono ancora in letargo! Scendendo a patti con i sinistri Demiurghi, e affrontando difficili prove, alcuni valorosi riescono a mettere le mani sui componenti per riforgiare l’antica spada di Re Argantis. Tra i festeggiamenti, solo uno non grida…
Dopo aver scoperto di essere stato giocato dai Demiurghi, ed averli incosapevolmente aiutati in uno sporco affare, un iracondo Icarìa guida il suo ormai compatto esercito verso la vendetta che spetta a tutti loro. Incurante di trovarsi nella neutrale Rocca d’Inverno, e giungendo persino ad avere un tacito lasciapassare dal Nexus, l’Orso dà una sonora lezione ad uno dei Demiurghi più potenti, lasciandolo imprigionato nella sua splendende prigione. Tra la disapprovazione ed i dubbi di molti, solo una cosa è certa: Brandis ripaga sempre gli affronti subiti, a qualunque costo.
Giungendo come una ben oliata macchina da guerra alla Battaglia per Vilegis 103, le forze dell’Orso riescono nel difficile compito di portare a termine il rituale di forgiatura della spada del Re: dalle ceneri di Dominio, nasce Zanna d’Orso!
Rinvigoriti nell’orgoglio e determinati a dimostrare a tutti quel che valgono veramente, gli Orsi si impongono militarmente su Soldraconis, riparando alla sconfitta dell’anno precedente e conquistando l’ambito titolo di Alto Guardiano.

VISTI DA...

Argantis

Forti e impetuosi guerrieri, uomini nati e cresciuti nella battaglia, pronti a seguire un obbiettivo fino allo sfinimento, fedeli solo a se stessi, incapaci a piegarsi ne inginocchiarsi… avevo un cane da caccia cosi una volta, splendida creatura, l’essenza stessa della ferocia. Lo dovetti abbattere. Un cane deve saper stare al suo posto.

Lacoonte

Inutili. Come può una simile forza non indagare al di là delle sue azioni? Come possono queste genti maneggiare morte tutto il giorno senza porsi domande? Inutili. Pericolosi.

Lynxia

Più di una volta mi sono ritrovato ammaliato nell’osservare Brandis irrompere come una cometa tra i propri nemici. Quanta incredibile forza. Che stupefacente dimostrazione di vigore ed energia. E’ come osservare un mare in tempesta od un temporale estivo. Eppure, gli rimane segreta la verità di fondo sulla forza: senza scopo, si è solo bestie. Bestie letali..

Martes

Popoli che vivevano di cose semplici fino all’arrivo del primo figlio dell’Orso. Immagini? Riempire la testa con storie di unità, gloria e grandezza è stato come consegnare un trabucco carico nelle mani di un folle. Noi vigiliamo sul naturale ordine degli eventi, loro plasmano un cammino di sangue e caos. Guerra e morte.

Radiant

Guerrieri impressionanti, ma pur sempre uomini che danno alla guerra un valore materiale. Quando la posta in gioco è massima e sul piatto della bilancia ci sarà la propria vita o la sconfitta, un uomo di Brandis probabilmente rinuncerà alla paga.

Soldraconis

Mercenari che sanno fare bene il loro mestiere. In loro brucia l’ardore di ere antiche, l’eco di tempi in cui la pietra e la lancia scrivevano il destino della specie… Certo, poi il mondo e’ andato avanti mostrandoci nuove vie, ma loro si sono dimostrati refrattari al cambiamento. Ma in fondo questi sono solo dettagli, la furia dell’Orso non conosce pace.

MOTTI E PROVERBI

Inclina il corno

Calmati e bevici su.

Soffiano venti di pace

Gli eventi stanno prendendo una piega noiosa e tediante.

Ha molte cicatrici sulla schiena

E’ un pavido.

Ha guardato l’orso negli occhi

E’ morto in maniera onorevole.