Logo Loading

Enter your keyword

Locanda del Vello D’Oro

Ciò che permette agli eroi di essere riconosciuti come tali sono le imprese che compiono, ed ogni storia o guerra che si ricordi, di quegli eroi ne ha avuti in ciascuno degli schieramenti. Vi é un luogo però dove tutti loro siedono e riposano tra un’avventura e l’altra, alla pari, mettendo da parte le divergenze e le acredini. Un luogo, questo, ricorrente in ogni racconto che valga la pena di narrare: la locanda. Vilegis non fa eccezione e propone a tutti i suoi visitatori un luogo neutrale dove riposare le membra e ricaricare corpo e spirito in vista della successiva missione.
Ma la Locanda del Vello d Oro non è solo un ritrovo per coppieri, giocatori d’azzardo e musici. Tra i suoi fumosi banconi ed i suoi sdrucciolevoli pavimenti, ci si può imbattere in merci di ogni tipo, dal più comune reagente alchemico al più pregiato auxilia. Mentre aste di preziosi oggetti incantati, indette da lunariani ed esterni, prendono di notte vita al fianco di cricche di scommettitori clandestini ed insospettabili ricettatori. Qui é infatti possibile reperire quasi ogni genere di mercanzia: minerali, reagenti alchemici, erbe esotiche, auxilia e persino oggetti più rari e ricercati…e per questo più costosi.
Ma come ogni buon avventore della Locanda ormai sà, la discrezione è l’unica chiave capace di aprire ogni porta al suo interno. Poiché se alla luce del sole si svolgono la maggior parte dei traffici, è al calar della notte che le cose si fanno decisamente interessanti. Spesso sono girate infatti voci riguardo aste segrete, su invito, di oggetti magici e non, gestite non solo dagli esterni ma persino dai lunariani. E quando le imposte del Vello si chiudono e le porte sono sorvegliate dai peggiori lestofanti tra gli esterni, si può esser sicuri che al suo interno si trovano  personalità che non intendono dare nell’occhio, intente a vincere (o perdere) una fortuna in agonistici giochi di abilità, dove il fato getta sovente il suo zampino.

Storia

La Locanda del Vello d Oro é stata inizialmente istituita nella seconda Chiamata nell’anno 102 per dare ristoro agli Esterni che l’avessero visitata e per racimolare, attraverso la sua tassazione, immediate risorse da destinare all’ampliamento della Cittadella. Aperta dalla Casata Vassago attraverso Ianos, e aiutato nell’opera da Ostilio, Gaudio, Gebbedia e Violante, la Locanda ha da subito riscosso molto successo, variando col tempo anche le sue sfere di interesse. La famiglia Vassago infatti, rinomata per l’abilità nel fiutare sempre nuovi affari, ha cominciato a proporre ai suoi avventori sempre maggior servizi, divenendo col tempo sempre più centro vivo della Cittadella. La Locanda del Vello d Oro ha così acquisito via via maggior peso all’interno della vita di esterni e lunariani, prendendo parte attivamente all’organizzazione della Disfida delle Arti e ad alcune prove della Sferografia che si svolge durante gli Echi di Guerra. Potere vuol dire anche conoscenza, e la conoscenza si fonda sulle informazioni: anche in questo, il Vello è un punto focale di tale traffico, essendone a volte snodo ma altre persino parte fondante. Frequentato com’è, per lo scaltro non è difficile reperire le notizie di proprio interesse, ma come ogni cosa anche il verbo ha un costo, e tra “gentiluomini” non sempre la moneta di scambio è il denaro.
Il migliore tra i mercanti è ovviamente colui che sa reinventarsi pur rimanendo lo stesso di sempre. Il Vello ha fatto suo questo concetto, maturando nel tempo un vantaggioso accordo commerciale con i Nepturia nella persona di Irene, figlia del Guardiano. Donna vitale e dalle ampie conoscenze nel campo, ha aggiunto un tono frizzante alla Locanda rendendo, all’occhio più avveduto, tutto semplicemente più sinistro: sotto la sua direzione non è raro assistere ad uno giocondo spettacolo di un saltimbanco mentre a pochi metri si sta consumando una estorsione per crediti non riscossi.

Lunariani della Locanda del Vello d'Oro

La Locanda è attualmente gestita da Irene Nepturia, che ne ha preso la direzione dopo aver ricoperto per lungo tempo la carica di Maestra della Cerimonie per il Praesidium, ruolo che ancora detiene. Conosciuta in tutta Lunaria per la sua sfrontatezza, la sua audacia e le conoscenze che è riuscita ad intessere grazie al suo carisma ed alle doti contrattuali. Ilare e gioconda, i suoi nemici hanno provato però sulla loro pelle quanto possa essere incline alla vendetta ed al rancore. Libera e spumeggiante come il mare, é altrettanto pericolosa ed oscura.

Cronache dalla Cittadella

Il Vello può vantare una storia più lunga di parecchie Accademie su Vilegis, ed è stato testimone di tutti gli avvenimenti più importanti. Alcuni si sono svolti persino al suo interno, come l’arresto, durante una tempestosa notte, del Borgomastro Rasmus Frexianus Kanthus.
Latore di aneddoti su tutti questi accadimenti, alcuni sussurrano che tra le sue mura si siano svolte più avventure di quanto la sua apparente calma sembri dare a vedere.